SPECIALE ELEZIONI 2015

2012 12 settembre

“L’arte delle donne. Espressioni artistiche al femminile”

“L’arte delle donne. Espressioni artistiche al femminile”
protagoniste 22 creatrici; inaugurazione sabato 30 giugno 2012 - ore 11

Comune di Cividale del Friuli
Udine - Friuli Venezia Giulia - Italy

 

MOSTRA
“L’arte delle donne. Espressioni artistiche al femminile”
protagoniste 22 creatrici
inaugurazione sabato 30 giugno 2012 - ore 11
fino al 30 settembre 2012
Sala del Parlatorio del  Monastero di Santa Maria in Valle

 

Si chiama “L’arte delle donne. Espressioni artistiche al femminile” la mostra che vede protagoniste ben 22 donne e che sarà inaugurata sabato 30 giugno 2012 nella Sala del Parlatorio del Monastero di Santa Maria in Valle, a Cividale del Friuli. Organizzato dalla Commissione pari opportunità del Municipio della Città Ducale, l’allestimento è curato da Elisabetta Rocco (membro della Commissione). Dall’argilla agli acquerelli, dai tessuti ai gioielli, fino alle sculture. Questo e tanto altro è ciò che le mani femminili sanno produrre, sempre con tanta passione e infinita fantasia. Le artiste esporranno, a turno, fino il 30 settembre 2012.

 

Le protagoniste

 

La cividalese Anna Andassio presenterà i suoi acquerelli. Eda Calderoni Floreancig mostrerà come si possono far rivivere cavalli, eroi epici e fantasiose forme di vasi impastando abilmente l’argilla; l’amore per l’arte iconica, preziosa memoria del passato, l’ha esortata, inoltre, a realizzare icone sacre con la tecnica del trasferimento dell’immagine. Anna Cera, cividalese, predilige la realizzazione di vasi e crateri di forma semplice ed essenziale, con tracce di decorazioni dal sapore arcaico, con ingobbi di terre e ossidi naturali. Lucia Codromaz dipinge la seta, un tessuto che trasmette sensazioni, emozioni e richiami di fascino e suggestione orientali. Rosanna Colloricchio, tra tessitura e tecniche tintorie, realizza col telaio a mano i tessuti che poi rielabora mettendo in risalto insoliti cromatismi e materiali; la sua ricerca l’ha portata a sperimentare anche opere in carta e cartoni manipolati e dorati per la realizzazione di piccoli e maxi gioielli. Lorena De Angelis è un’artista la cui ispirazione ha tratto origine proprio nelle aule di pittura della Scuola delle suore orsoline.

Saranno esposte, poi, le opere di Silvana Deganutti, che partecipa come acquerellista; di Filippa Di Lavore, un’ispirata pittrice di fiori e paesaggi; di Elena Gugliemotti, iscritta al terzo anno all’Accademia di belle arti e design di Lubiana, dove frequenta il corso di illustrazione; di Adriana Iaconcig, i cui lavori includono fotografia, scultura, installazioni; di Sara Mezzalira, che da circa dieci anni lavora la lana seguendo la tecnica del feltro; di Francesca Musoni, che ha studiato arte e design in Svezia e, ritornata in Italia, da 20 anni lavora come artista e designer, prima a Torino e, ora, nel verde delle valli del Natisone; di Antonella Palomba, l’artista dei fili; di Federica Petris, che si esprime con grandi dipinti figurativi che svelano l’interesse per la contemplazione della natura; di Gina Pico, esperta nella pittura su tessuto, in particolare seta, ceramica e scultura.

E, ancora, Antonella Pizzolongo, docente in design del tessuto e della moda, che rivolge la sua attenzione all’arte e all’artigianato, tra il textile design e l’insegnamento. Elisabetta Rocco si esprime col decoro sulla porcellana con tecnica impressionistica. Mariarosa Scoziero è una pittrice che si esprime su tela, con diverse tecniche, dall’olio, all’acrilico, alla tempera. Rita Sinuello, dopo un periodo di sperimentazione del raku e della pittura a terzo fuoco, con maestre di grande esperienza e bravura, inizia un percorso dove l’esperienza la porta a realizzare opere in cui l’oggetto artigianale vede la proiezione del proprio essere. Maria Grazia Bassotto Ariani spazia tra tecniche e materiali diversi: pittura a olio, acquarello, affresco, scultura e decorazione; è stata recensita in varie pubblicazioni d’arte, settimanali, mensili e quotidiani italiani. Nadia Tomasetig è un’hobbista e si dedica alla magia delle piccole cose. Nadia Morlin Bianchi, infine, è una creatrice di monili da indossare, gioielli ispirati alla natura, all’infinitamente grande dell’universo e all’infinitamente piccolo della materia.

 

Date e orari

 

La mostra è visitabile, a ingresso libero, dal 30 giugno al 30 settembre 2012, il venerdì e il sabato con orario 15-18.30, la domenica e i festivi 15-19.

www.cividale.net





 Mostra, Stefano Balloch, arte delle donne, donne, mostra, cividale del friuli