SPECIALE ELEZIONI 2015

2014 5 dicembre

Cividale del Friuli. Tari e le prossime scadenze tributarie

Cividale del Friuli. Tari e le prossime scadenze tributarie
L’ultimo adempimento in materia di tributi locali č ormai prossimo

 

Comune di Cividale del Friuli

Udine - Friuli Venezia Giulia - Italia

 

 

Tari e le prossime scadenze tributarie

L’ultimo adempimento in materia di tributi locali è ormai prossimo

 

 

Il recapito delle bollette per il pagamento della tassa rifiuti avverrà infatti nei prossimi giorni in tempo utile per consentire il versamento entro la data di scadenza fissata al 16 dicembre. Come già avvenuto l’anno scorso anche per quest’anno ci si è avvalsi del gestore NET per il servizio di elaborazione e spedizione delle bollette; unitamente al dettaglio informativo della bolletta gli utenti troveranno allegati i modelli F24 riportanti i dati per il versamento effettuabili presso tutti gli sportelli bancari e/o postali. Sarà anche possibile pagare l’intero importo annuo dovuto entro il 16 dicembre: ovvero unicamente la prima rata posticipando il pagamento della seconda rata al 16 marzo 2015.

 

Da ricordare che per l’anno 2014 il tributo in materia di rifiuti ha cambiato denominazione:la TARI(tassa sui rifiuti) è andata a sostituirela TARES. Ilnome cambia, ma la struttura del tributo rimane invariata; come perla TARESinfatti, anchela TARIdeve garantire la copertura integrale dei relativi costi ed ha una struttura binaria in quanto prevede sia la quota variabile che la quota fissa. La prima destinata a coprire i costi fissi del servizio, la seconda destinata a coprire i costi variabili cioè collegati all’effettiva produzione di rifiuti.

L'applicazione del nuovo regime tributario, come già avvenuto perla TARES, è caratterizzato da un sistema rigido su cui i margini d’intervento dell'ente locale sono quasi nulli.

 

Su questi minimi spazi concessi si è cercato comunque di operare confermando i coefficienti già applicati per l’anno 2013 sia per le utenze domestiche che quelle non domestiche ottenendo, per tutte le utenze, una sostanziale invarianza del carico fiscale.

Non ci saranno quindi aumenti, anzi, per effetto della non applicazione dell’addizionale sui servizi che l’anno passato veniva riscossa per conto dello Stato ci sarà una diminuzione dell’importo finale risultante in bolletta rispetto al corrispondente dato 2013.

 

Sono inoltre confermate le scadenze così come erano state definite lo scorso anno prevedendo due rate: il 16 dicembre ed il 16 marzo; si è ritenuto infatti di affiancare il pagamento della prima rata della TARI con le altre scadenze già previste per il 16 dicembre per il pagamento del saldo IMU e TASI.

 

Questo per semplificare le operazioni dei cittadini nei limiti del possibile, visto il confuso quadro che anche per il2014 hacaratterizzato la fiscalità locale. I contribuenti quindi potranno assolvere al pagamento in unico momento e, soprattutto, per chi possiede i requisiti si procederà all’abbattimento di quanto dovuto. Prevedere il pagamento entro l’anno consentirà di attivare fin da subito le procedure di rimborso degli oneri TARI e TASI a favore delle fasce deboli.

 

Anche per il 2014 si è confermato, in continuità alla scelta operata l’anno passato, l’abbattimento degli oneri TARI per i possessori di Carta famiglia.

 

In aggiunta a tale manovra sono state riservate altrettante risorse, per un totale complessivo di 75.000,00 euro, al fine di consentire l’abbattimento parziale anche degli oneri TASI. I requisiti e i criteri per l’accesso a tali agevolazioni sono in corso di definizione e, a breve, saranno pubblicati sul sito del Comune. Ogni informazione e delucidazione potrà essere richiesta all’ufficio Politiche Sociali.

 

27/11/2014

 

http://www.cividale.net





 Cividale, Tari Cividale, Tari, Cividale del Friuli, Stefano Balloch, Balloch, Sindaco Balloch